jueves, 19 de febrero de 2009

EL MAR

El silencio, la eternidad
del mar la poseían
Las olas con arcilla
en los ojos sin tiempo.
El sol copulaba
embarazando este instante,
sus formas hollaban la arena blanda
Sintió la brisa hasta doler
Y una gaviota en su pico
naufragó su oración
que silenció la noche.


9 comentarios:

fabi dijo...

Bella, Patricia...
me ha gustato mucho!!!!
Un abrazo con cariño... y aun no siempre dejo commentos, siempre te leo con mucho placer!!!!!!

Patricia Gordillo Serrano dijo...

Cara Fabi:
Ti ringrazio di cuore il tuo messaggio, fla noi è nata una vera amicizia, attraverso il blog, tu sei molto gradevole e sensible. Un baccio grande da cordoba fino Roma

Patricia Gordillo


Córdoba - Argentina


www.patriciagordillo.com.ar


elsubeybajadelamarea.blogspot.com

MAR dijo...

CADA DIA ESCRIBES MAS PRECIOSO.
BESOS PARA TI.
MAR

ALFREDO ROMANO dijo...

Cara Patrizia,
non conosco la lingua spagnola e mi dispiace non poter capire la tua poesia. Ma tra le righe intuisco che sei una poetessa di tutto rispetto.
Un saluto di cuore
Alfredo Romano

Minae dijo...

Hello cara Patricia
complimenti per la nuova poesia.
Apri il tuo cuor ancora a noi ,piccoli analfabeti della vita .
Un abbraccio
Antonio

Anónimo dijo...

Cara Amica Patricia
Nei tuoi versi, il mare si sente. Lo stridìo dei gabbiani, lo sciabordìo della risacca sulla spiaggia. in più, sapendo che il tuo mare è soprattutto l'oceano, anche il rombo delle grandi onde sulle scogliere .
Non si può non amare il mare . Un pò di più di quanto si amano gli alberi e le montagne . Un pò di meno dell'amore che si sente salire dentro osservando le stelle in una notte d'estate .
Il mio mare è il Mediterraneo , ed è più piccolo del tuo oceano, ma immenso come l'oceano è il numero di umanità e di civiltà che l'ha percorso nei millenni .
Uno scrittore e sociologo slavo - quindi uomo di grandi pianure - Predag Matvjevic , ne ha ripercorso la storia e ha pensato una "filologia della mare" . E l'ha definito il mare dove l'anima invecchia dopo il corpo .
Penso a milioni di uomini che l'hanno guardato ricordando una donna , e viceversa . E mi sono usciti dalla penna questi versi che ti dedico.

Breviario Mediterraneo

A una Regina

Fu tenace passione e puntigliosa

Con cui il catalano orologiaio

catalogò con l’intuito dell’amore

ed in mancanza di ogni dato certo

la biblioteca distrutta di Alessandria.



E’ stata puntigliosa la passione

con cui un uomo di grandi pianure

al primo sguardo sul Mediterraneo.

Inventò una filologia del mare ,

sull’onda di emozioni senza fine



Seppe così come al di là del tempo

Sempre offrirono asilo le sue rive

Quando per lotta del mare contro i venti

barche ed anime riunite dal destino

perdute avevano àncora e speranza.



E Venere sue tracce a questo mare

Fissò riproducibili oltre il tempo

nella bellezza bruna delle donne .

Dalla nascosta dolcezza degli sguardi

Alla sinuosa voluttà dei corpi



Da quale insondabile passato,

nelle cui spire il futuro si nasconde

Dal vostro canto annunciata siete apparsa,

di quel mare e di questa bellezza

metafora vivente, Maestà...?



Diego Franchi

Lilly dijo...

Le tue poesie Patricia, toccano le corde del cuore, e le fa vibrare d'amore, di emozioni.
Grazie della poesia che ci hai regalato.
Sei davvero molto brava.

Un bacio ed un abbraccio dall'Italia!

Lilly

Patricia Gordillo Serrano dijo...

Querida Mar:Siempre presente en mi Blog, con tus respuestas tan afectivas y tu presencia invalorable.
Me alegra te gustara El Mar es mi preferido.
Te espero siempre en mi sitio.
Con mucho amor.



Caro Alfredo: Ti ringrazio il tuo messaggio si vede sei un buon lettore, per me il mare e tanto grande, tanto bello, che mi ha per messo scrivere questa poesía.
Finora per sempre


Minae:Ti ringrazio il tuo messaggio, di complimenti per la poesia il mare la sento profondamente e mi piace molto, la sua profondita, il sole le onde, igabbiani

Cara Lilly:Ti ringrazio molto il tuo messaggio atraverso le tue emozioni si sente la tua sensibilita questo poema il mare e per me speciale mi ricorda la riva del mare, lo stridio dei gabbiani, il sole nella mia pelle, nel corpo
Amo molto il mare, e mi porta il ricordo del mare di Mar del Plata, e Punta del Este.
Aspetto ti trovi bene di salute.
Finora per sempre



Patricia GordilloCórdoba - Argentina


www.patriciagordillo.com.ar elsubeybajadelamarea.blogspot.com

Patricia Gordillo Serrano dijo...

Cara Diego:Mettendo ordive nelle mie carte ho trovato questo messaggio tuo quindi non lo ho rispoto prima ti ringrazio, i tuoi versi vicino al mare, è vero il mare, si sente, se vive, r loutabno ma vicino a noi stessi, e come tu dici non si puo non amare il mare, e tanto bello come grande, sopratutto i gabbiani il sole le onde sulla scogliera.
Ti ringrazio la tua risposta, e ti aspetto sempre nel mio sito, questa poesía il mare la amo molto, e preferita da me.
Finora per sempre


Patricia GordilloCórdoba - Argentina


www.patriciagordillo.com.ar elsubeybajadelamarea.blogspot.com